News dagli infermieri

LE INFRADITO

PODOLOGIA

Lo sapevate che le infradito possono creare più danni di un tacco alto?
L’apparente comodità porta ad un uso più prolungato rispetto alle scarpe alte, provocando così nel tempo  danni non solo alle dita, ma anche ai muscoli della gamba. E a dirlo è un rapporto del servizio sanitario inglese, costretto a sborsare 40milioni di sterline l’anno (poco meno di 48 milioni di euro) per curare oltre 200mila pazienti che si presentano negli ospedali lamentando dolori e problemi causati dall’uso prolungato delle terribili ciabattine.
Indossandole si tende a far scorrere il piede verso l’interno, mettendo tutta la pressione sull’alluce e, a lungo andare, questa rotazione costante indebolisce la caviglia, le dita tendono a retrarsi per mantenere salda la presa, in ultimo non dimentichiamo la possibilità di irritare o creare vesciche in alcune zone del piede.
Per limitare i danni di questo tipo di calzatura occorre scegliere il modello giusto, meglio se in pelle per scongiurare il rischio vesciche e di marche certificate; poi è consigliabile cambiarle ogni anno, soprattutto se si notano segni di usura e, infine, non vanno assolutamente messe se si ha intenzione di svolgere lavori pesanti, fare lunghe camminate o praticare attività sportiva.

,
Articolo precedente
SHIATSU E SOLIDARIETA’
Articolo successivo
RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fill out this field
Fill out this field
Inserire un indirizzo email valido.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu